marted́ 24.10.2017  12.58

Direttiva MiFID sulla prestazione dei Servizi di Investimento – Informativa per l’Investitore

Dal 1° novembre 2007 sarà in vigore la nuova disciplina sulla prestazione dei servizi di investimento (c.d. MiFID - Markets in Financial Instruments Directive). Tale disciplina definisce un quadro normativo di riferimento uguale per tutti i Paesi dell’Unione Europea e comporta alcuni cambiamenti nell’operatività e nella relazione Banca-Cliente.

 

Molte le novità importanti introdotte dalla MiFID, ma tutte con l’obiettivo di aumentare le garanzie per gli investitori, di favorire una maggiore efficienza e trasparenza dei mercati finanziari.

 

Tra l’altro, Vi è l’obbligo di fornire informazioni appropriate sull’impresa di investimento e relativi servizi, sui prodotti/strumenti finanziari, sulla classificazione della clientela e sulle politiche dei conflitti di interesse e degli incentivi, sulle sedi di esecuzione degli ordini e sui costi-oneri connessi, cosicché i clienti possano ragionevolmente comprendere la natura del servizio e dello strumento finanziario richiesto e, di conseguenza, possano prendere decisioni in materia di investimento con cognizione di causa.

Adeguatezza e Appropriatezza

La Banca verifica che i servizi prestati al Cliente siano, di volta in volta, adeguati (ove svolto il servizio di investimento di Consulenza) o appropriati (salva la mera esecuzione degli ordini), sulla base di un apposito Questionario finanziario contenente le informazioni rilasciate dallo stesso Cliente. Con tale Questionario la Banca ottiene le informazioni necessarie in merito alle conoscenze ed esperienze possedute in materia di strumenti finanziari, alla situazione finanziaria e agli obiettivi di investimento.

I Clienti interessati dalla disciplina in parola sono (o i potenziali):

Ø       intestatari di depositi di strumenti finanziari in custodia e amministrazione;

Ø       intestatari di gestioni patrimoniali/Oicr/polizze assicurative di tipo finanziario;

Ø       intestatari/possessori di certificati di deposito nominativi/portatore.


Infatti, i clienti che hanno aperto un deposito titoli o hanno una posizione in fondi e/o polizze in essere al 31 ottobre 2007, per poter continuare ad usufruire dei servizi di investimento, sia allo sportello che via Internet, devono recarsi, entro il 30 giugno 2008, presso la propria Agenzia, per adeguare contrattualmente la propria posizione ed aggiornare il relativo profilo di investimento.

Per approfondire in dettaglio la Direttiva MiFID, si può consultare il sito internet http://www.consob.it/; in proposito, si consiglia di leggere i fascicoli informativi realizzati dalla CONSOB e pubblicati nel citato sito in relazione ad un’iniziativa di “Investor Education”.

MiFID - Trasparenza post-negoziazione

La Banca, ai sensi dell’art. 34 del Regolamento Consob dei Mercati n.16191/2007, pubblica di seguito le prescritte informazioni di trasparenza post-negoziazione relative alle operazioni su strumenti finanziari diversi dalle azioni, ammessi a negoziazione nei  mercati regolamentati italiani e concluse al di fuori di un mercato regolamentato e di un MTF (c.d. O.T.C. - over the counter).

Documento “csv”

Documento “txt” 



© 2017 BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI OSTRA E MORRO D'ALBA SOCIETA' COOPERATIVA - Via Mazzini, 93 • 60010 Ostra (AN) • Tel. 071798931 • e-mail: banca@ostra.bcc.it
Cod. Fisc. - P.Iva - Reg. Imprese di AN n. 01440090429 • PEC: bccostra@legalmail.it - Capitale Sociale euro 5.476.137,98 i.v. al 31/12/2016 • R.E.A. n. 130691 • Iscritta all'Albo delle Banche al n. 8704.9
Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo e al Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti
Aderente al Fondo Nazionale di Garanzia (art. 62, comma 1, decreto legislativo 23/07/1996, n. 415) - web by dagomedia